L’asino che cura

L’ asino che cura. Prospettive di onoterapia, P. Reinger Cantiello (a cura di), Editore Carocci, 2009.

Il raglio dell’asino è tornato a rompere l’atmosfera con il suo vibrante richiamo e la sua simpatia. Rimanda a una dimensione di vitalità e di possibilità, colte da tanti, che in Italia e all’estero hanno dato vita a sempre più numerosi centri che praticano attività terapeutiche con l’asino. A volte anche solo la parola “asino” ha la capacità di restituire un piccolo buonumore e ha il potere di evocare qualcosa di profondamente familiare: una naturale disponibilità a “stare”. Su questa disponibilità si fonda la pratica di mediazione con l’asino. Questo animale, con la sua istintiva inclinazione alla relazione, rappresenta una risorsa davvero preziosa per chi vive gli spazi ed i tempi della cura. La profonda soddisfazione che in questo campo stanno vivendo tutte le figure coinvolte genera l’esigenza di un approfondimento rigoroso di una conoscenza vecchia di secoli, ma nuova di risorse impensate. Questo libro vuole essere un piccolo contributo allo sviluppo scientifico di una metodica che si propone tanto accademica quanto umana.

Vai alla categoria